Luglio suona bene - Hotel Columbia
Luglio Suona Bene, la manifestazione estiva di concerti sotto le stele all'Auditorium Parco della Musica di Roma
hotel, albergo, rome, roma, center of rome, roma centro, termini, stazione, railway station, turism, turismo, camere, rooms, terrace, terrazzo, ancient rome, roma antica, diocleziano, colosseo, coliseum, booking, teatro dell'opera, monuments, monumenti
18244
post-template-default,single,single-post,postid-18244,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-7.6.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12.1,vc_responsive,en

28 May Luglio suona bene

Torna, come ogni estate, il consueto appuntamento con Luglio Suona Bene, la manifestazione estiva di concerti sotto le stelle, a cura di Flavio Severini e organizzata dalla Fondazione Musica per Roma, che presenta una selezione di grandi star internazionali e di nuove proposte originali. La Cavea, lo spiazzo architettonico dell’Auditorium disegnato da Renzo Piano, ospiterà anche quest’anno tanti artisti di livello internazionale che si avvicenderanno su uno dei più grandi palcoscenici a cielo aperto, ormai divenuto un sito centrale nella vita culturale dei romani e una delle mete turistiche più frequentate della capitale. Il pubblico avrà, come ormai ogni estate, la possibilità di immergersi nell’avvolgente conchiglia sonora, caratterizzata da proprietà acustiche uniche, e di ascoltare a pochi metri di distanza dal vivo alcuni tra le proposte musicali più interessanti del panorama internazionale.

Di seguito alcuni degli eventi in programma, per consultare il calendario complete consultare il sito ufficiale dell’Auditorium.

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

42 min (bus 910 da Termini a Piazza Mancini)

Viale Pietro de Coubertin, 30
+39 06 802411
official website

biglietteria

14/06/2016 Cavea ore 21:00
José Carreras
“A Life in Music”

Jose CarrrerasGrande apertura della rassegna Luglio Suona Bene 2016 con un evento unico, irripetibile, co-prodotto da Fondazione Musica per Roma ed Helikonia, nel quale il grande tenore catalano interpreterà i brani e le arie più rappresentative della sua lunga e meravigliosa carriera.
José Carreras, dopo ventisei anni dalla storica serata de “I Tre Tenori”, torna a Roma per la sua prima apparizione all’Auditorium Parco della Musica per uno spettacolo entusiasmante.
“A Life in Music” è un inno musicale alla vita, un repertorio unico e personale nel quale il Maestro interpreta i brani musicali che hanno influenzato e definito la sua vita, dalle melodie che amava da ragazzo alle arie e canzoni con le quali si è esibito sui palcoscenici di tutto il mondo tra i quali quelli condivisi con Placido Domingo e Luciano Pavarotti.
“Queste sono canzoni che mi hanno sempre commosso ed entusiasmato, in cui abitano passione ed emozione, un sentimento nel mio cuore che cerco di condividere attraverso la mia voce” Ad accompagnarlo 55 musicisti della Lion Art Orchestra, tutti di straordinario livello, selezionati nel panorama nazionale dal M° Maurizio Trippitelli e diretta da David Giménez.

19/06/2016 Cavea ore 21:00
Ezio Bosso
“The 12th Room”

Ezio BossoDopo l’emozionante esibizione al Festival di Sanremo e i concerti di aprile in Sala Sinopoli (sold out) e di maggio in Sala Santa Cecilia, Ezio Bosso torna all’Auditorium Parco della Musica con il suo disco d’esordio “The 12th Room”, un concept album composto da due CD: un primo disco con quattro brani inediti e sette di repertorio pianistico e un secondo disco contenente la Sonata No. 1 in Sol Minore che simboleggia la dodicesima stanza. «Questi brani, come sempre nelle mie scelte, rappresentano un piccolo percorso meta narrativo. C’è una teoria antica che dice che la vita sia composta da dodici stanze, nessuno può ricordare la prima stanza perché quando nasciamo non vediamo, ma pare che questo accada nell’ultima che raggiungeremo. E quindi si può tornare alla prima. E ricominciare». Bosso ha studiato composizione e direzione d’orchestra all’Accademia di Vienna, ha diretto orchestre prestigiose come la London Symphony Orchestra, The London Strings, l’Orchestra del Teatro Regio di Torino e l’Orchestra dell’Accademia della Scala. Ha composto musica classica, colonne sonore per il cinema (“Io non ho paura” di Salvatores, “Rosso come il cielo” di Bortone), per il teatro (per registi come James Thierrèe) e la danza (per coreografi come Rafael Bonchela) fino a scrivere sperimentazioni con i ritmi contemporanei. Dal 2011 convive con una malattia neurodegenerativa progressiva. Si esibisce con il suo “amico” Pianoforte Gran coda Steinway & Son della collezione Bussotti-Fabbrini, appositamente preparato sulle specifiche del Maestro da Piero Azzola e utilizza uno sgabello versatile e di supporto, chiamato “12”, nato dalla collaborazione con l’architetto Simone Gheduzzi.

25/06/2016 Cavea ore 21:00
Rafael Amargo
“Tiempo Muerto”

Rafael AmargoTiempo Muerto è stata la sesta creazione di Rafael Amargo. Da quando mise in piedi la sua compagnia nel 1997, la carriera di Amargo è evoluta dalle forme più pure del flamenco, verso gli spettacoli più multidisciplinari. Tiempo Muerto è uno spettacolo in costante evoluzione. Per realizzare le musiche di questa nuova produzione è stato chiamato Juan Parrilla, uno dei più celebri compositori di flamenco. El Cante delle liriche (tutte scritte da Amargo) è stato affidato alle voci di Maite Maya, Carmina Cortés e Pedro Obregón.
Rafael Amargo, danzatore e coreografo originario di Granada, ha appreso dai suoi maestri lo stile flamenco puro e nello stesso tempo ha assimilato altri stili di danza come quello di Martha Graham durante le lezioni alla School of Contemporary Dance a New York nel 1996. Le coreografie di Amargo miscelano perfettamente tradizione e modernità, sono spesso vicine alla danza contemporanea ma non si allontanano dal punto di partenza originario: il flamenco. Amargo è rimasto sempre in contatto con altre forme d’arte che lo hanno aiutato ad aprire la mente ad orizzonti più vasti: Luis Gordillo e Esperanza D’Ors hanno sponsorizzato la sua carriera; Bruce Weber, Annie Leibovitz e Christopher Makos hanno fatto straordinarie produzioni fotografiche per lui, il Chillida Leku Museum di Hernani in Spagna gli ha affidato la direzione e la creazione di coreografie per “Peine en el viento” di Eduardo Chillida. Il quotidiano spagnolo El País gli ha assegnato premi prestigiosi: Migliore spettacolo di danza del 2000 e del 2002 e Migliore spettacolo del decennio per “Poeta a New York”.

28/06/2016 Cavea ore 21:00
Vinicio Capossela
“Polvere”

Vinicio Capossela

A Luglio suona bene arriva, per la prima data del suo tour, Vinicio Capossela. “Canzoni della Cupa” è il nuovo disco del cantautore, poeta, scrittore e fantasmagorico entertainer. Composto da due lati, Polvere e Ombra, “Canzoni della Cupa” è un’opera originale, su cui Capossela ha lavorato per 13 anni e che arriva a 5 anni di distanza dal suo ultimo album di inediti. E proprio come il disco, anche il nuovo tour di Capossela sarà composto di due lati, per presentare al meglio il mondo folclorico, rurale e mitico espresso in quest’album.
“Le canzoni che affondano nei solchi di questo doppio disco sono canzoni forti e contorte come le radici – ha scritto Capossela a proposito di questo nuovo tour – Il concerto che ne ricaveremo sarà un concerto radicale. Radicale nei timbri, nel repertorio e nella formazione. Doppio è il disco e doppio il concerto. All’aria aperta, nella stagione calda, il concerto denominato “Polvere”. Nel chiuso dei teatri, nell’autunno, il concerto denominato “Ombra”.
A “Canzoni della Cupa” hanno preso parte diversi artisti, in un ideale raccordo tra due mondi, quello che racconta la grande frontiera, incarnato da artisti come Flaco Jimenez, Calexico, Howe Gelb e Los Lobos, e quello rappresentato da voci e strumenti espressione della migliore musica popolare italiana, come Giovanna Marini, Enza Pagliara, Antonio Infantino, la Banda della Posta, Francesco Loccisano, Giovannangelo De Gennaro, senza dimenticare altri straordinari musicisti come Victor Herrero, Los Mariachi Mezcal, Labis Xilouris, Albert Mihai e tanti ancora. Il disco è prodotto artisticamente dallo stesso Capossela insieme a Taketo Gohara e Alessandro “Asso” Stefana.

02/07/2016 Cavea ore 21:00
Francesco De Gregori
“De Gregori canta Bob Dylan – Amore e furto”

Francesco De GregoriQuesto concerto è un altro film rispetto a quello del “Vivavoce Tour”. C’è Dylan e ci sono pezzi che non ho mai fatto. Francesco De Gregori ritorna a Luglio suona bene per presentare, oltre ai suoi più grandi successi, alcuni brani estratti dall’ultimo disco “De Gregori canta Bob Dylan – Amore e furto”. Sul palco sarà accompagnato dalla sua band formata da Guido Guglielminetti (basso e contrabbasso), Paolo Giovenchi (chitarre), Lucio Bardi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino), Alessandro Arianti (hammond e piano), Stefano Parenti (batteria), Elena Cirillo (violino e cori), Giorgio Tebaldi (trombone), Giancarlo Romani (tromba) e Stefano Ribeca (sax). De Gregori canta Bob Dylan – Amore e furto” è un album in cui Francesco De Gregori traduce e interpreta, con amore e rispetto, 11 canzoni di Bob Dylan: “Un angioletto come te” (“Sweetheart like you”), “Servire qualcuno” (“Gotta serve somebody”), “Non dirle che non è così” (“If you see her, say hello”), “Via della Povertà” (“Desolation row”), “Come il giorno” (“I shall be released”), “Mondo politico” (“Political world”), “Non è buio ancora” (“Not dark yet”), “Acido seminterrato” (“Subterranean homesick blues”), “Una serie di sogni” (“Series of dreams”), “Tweedle Dum & Tweedle Dee” (“Tweedle Dee & Tweedle Dum”), “Dignità” (“Dignity”).

05/07/2016 Cavea ore 21:00
Malika Ayane
“Naif En Plein Air Tour 2016”

Malika AyaneContinua inarrestabile lo straordinario successo di Malika Ayane, un anno record per l’artista che sarà nuovamente live nella Capitale, a Luglio suona bene. con il suo “Naif En Plein Air Tour 2016”. Un nuovo viaggio musicale che unirà le due anime di “Naif”, quella più acustica ispirata alle atmosfere delle sale da ballo anni sessanta, al varietà e ai ritmi tribali e caraibici insieme all’anima più randagia e urbana dai suoni elettrici e le influenze della club culture di Berlino e Londra. Uno spettacolo sorprendente che farà rivivere sul palco la magia e le sonorità del lavoro di studio.
Sul palco, ad accompagnarla, una straordinaria band composta da: Carlo Gaudiello (pianoforte), Marco Mariniello (basso), Leif Searcy (batteria), Stefano Brandoni (chitarre), Giulia Monti (violoncello), Daniele Parziani (violino), Moreno Falciani, Andrea Andreoli e Giampaolo Mazzamuto (fiati) e Daniele Di Gregorio (percussioni).

14/07/2016 Cavea ore 21:00
Stefano Bollani “Bolero”

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Kristjan Järvi direttore
Stefano Bollani pianoforte

Berlioz Carnevale Romano
Poulenc Concerto Campestre
Bizet L’Arlesiana suite 2
Boccherini-Berio La ritirata notturna di Madrid
Ravel Bolero

Stefano BollaniVirtuoso, onnivoro di musica, pianista di solida formazione classica e di “adozione” jazzistica: è Stefano Bollani, che giovedì 14 luglio sarà il protagonista del primo concerto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia nell’ambito di “Luglio Suona Bene”. Il pianista milanese sarà impegnato nel Concerto Campestre di Francis Poulenc. Scritto nel 1928 il Concert champêtre fu ispirato da Wanda Landowska, eroina della rinascita del clavicembalo. Solo successivamente Poulenc acconsentì a farne una trascrizione per pianoforte, quella che si potrà ascoltare dalle mani di Bollani.
Sul podio salirà, dopo sei anni di assenza, Kristjan Järvi celebrato direttore estone (di formazione statunitense) specialista del repertorio novecentesco e appassionato divulgatore della musica del nostro tempo. A completare il programma pagine di Berlioz, Bizet, Boccherini e Ravel.

15/07/2016 Cavea ore 21:00
Antonello Venditti
“Tortuga Natale In Paradiso”

Antonello VendittiPer festeggiare l’uscita del cofanetto “Tortuga. Un giorno in Paradiso – Stadio Olimpico 2015”, il 15 luglio Antonello Venditti tornerà nella sua Roma con “Tortuga Natale In Paradiso”, un live speciale all’Auditorium Parco della Musica.

17/07/2016 Cavea ore 21:00
Franco Battiato e Alice

Franco Battiato & AliceUna coppia storica della musica italiana, Franco Battiato e Alice, ritorna a esibirsi dal vivo e sarà ospite di Luglio Suona Bene 2016 per una tappa estiva del tour italiano.
I due saranno accompagnati dall’Ensemble Symphony Orchestra diretta da Carlo Guaitoli.

Il 1980 è l’anno della loro prima collaborazione, con l’album di Alice “Capo Nord” e il singolo Il vento caldo dell’estate, un lavoro che avrà prosecuzione nel 1981 nell’album omonimo “Alice” sfociando subito nella vittoria a Sanremo con Per Elisa. Seguiranno duetti come Chanson Egocentrique nel 1982 e I treni di Tozeur nel 1984. Nel 1985 Alice dedicherà al repertorio di Battiato l’intero album “Gioielli rubati”.

19/07/2016 Cavea ore 21:00
Santana
Luminosity Tour 2016

Carlos SantanaSantana a Luglio Suona bene per una delle quattro tappe italiane del suo Luminosity Tour 2016. Ad aprile uscirà “Santana IV”, l’attesissimo nuovo album che riunisce l’acclamata line-up dei primi anni Settanta: la leggenda della chitarra Carlos Santana (chitarra e voce), Gregg Rolie (tastiere e voce principale), Neal Schon (chitarra e voce), Michael Carabello (percussioni) e Michael Shrieve (batteria). “Santana IV” comprenderà 16 brani nuovi scritti e prodotti dalla band, con la stessa ineguagliabile energia e lo stesso straordinario talento che hanno resto Santana una forza innovativa nel mondo della musica e uno dei nomi più noti in tutto il mondo. Santana ha venduto oltre 100 milioni di album e suonato per oltre 100 milioni di fan in tutto il mondo. Ad oggi ha vinto dieci Grammy® Awards e tre Latin Grammy® Awards. Ha vinto la cifra record di 9 Grammy® per un singolo progetto (Supernatural del 1999), compresi Album of the Year e Record of the year per il brano Smooth. Ha inoltre ricevuto il Billboard Century Award (1996), è stato inserito nel Rock and Roll Hall of Fame (1998), ha ricevuto il Billboard Latin Music Awards’ Lifetime Achievement (2009) e il Kennedy Center Honors Award (2013). Carlos Santana, inoltre, è stato nominato dalla rivista Rolling Stone come il #15 nella lista dei Migliori Chitarristi di sempre. E, dopo la pubblicazione di Corazón nel 2014, è uno dei due soli artisti nella storia di Billboard ad avere avuto almeno un album nella Top Ten per sei decadi consecutive dal 1960. Nell’autunno del 2014 Carlos Santana ha inoltre pubblicato il suo libro “The Universal Tone: Bringing My Story to Light”.

Per ogni biglietto venduto 1 euro verrà devoluto alla Fondazione Milagro, l’organizzazione benefica fondata da Carlos Santana e la sua famiglia nel 1998, per sostenere i bambini orfani di tutto il mondo (www.milagrofoundation.org).

3/08/2016 Cavea ore 21:00
Sean Paul

Nato da padre portoghese e madre giamaicana, comincia a studiare musica molto presto ed ottiene i primi successi nel 1996 producendo Baby Girl. In Giamaica diviene un vero e proprio cult, mentre per un debutto negli States dovrà aspettare il 1998. Così nel ‘98 esce Infiltrate. Nel 2000 grazie all’album Stage One riesce a impossessarsi della vetta delle classifiche. Fra le sue molte collaborazioni ricordiamo quelle con Rihanna con la canzone Break it off, Eve con la canzone Give It To You, Busta Rhymes con le celebri canzoni: Blaze It Up, Gimme Da Light e Make It Clap insieme alla partecipazione di Spliff Star, Blu Cantrell con il famoso singolo Breathe del 2003 e Bob Sinclar con il singolo Tik Tok. Il quarto album di Sean Paul intitolato Imperial Blaze è stato pubblicato il 18 agosto 2009. Nel giugno del 2011 incomincia a circolare sulla rete il suo nuovo singolo Got 2 Luv U con Alexis Jordan, seguito nell’ottobre dal suo secondo nuovo singolo She doesn’t mind. Il 29 marzo 2012 esce il video di Summer Paradise, brano dei Simple Plan estratto dall’album Get Your Heart On!, in cui il cantante giamaicano prende parte ad un cameo vocale. Nel febbraio del 2013 esce l’album Full Frequency. Nel 2014 collabora con Enrique Iglesias nel brano Bailando. Nel 2015 incide Right stuff pubblicata su YouTube.